Stampa

La Mailänder Kantorei con Pozzi

Nato alla fine degli anni ‘60 all’interno della comunità protestante di lingua tedesca, la Mailänder Kantorei, coro della Chiesa Cristiana Protestante di Milano, negli anni ha contribuito a diffondere la passione per la musica sacra tedesca, Bach in particolare. Al Kantor è dedicata la serata di domenica 28 maggio alla Chiesa Cristiana Protestante. Accompagnata dal proprio ensemble strumentale, la Mailänder Kantorei diretta da Davide Pozzi presenta la cantata “Sie werden euch in den Bann tun“ BWV 44, scritta per la sesta domenica dopo Pasqua e affidata a un quartetto di solisti formato dal soprano Cristina Fanelli, dal contralto Elena Biscuola, dal tenore Alessio Tosi e dal basso Guglielmo Buonsanti, cui segue la Messa in sol maggiore BWV 236. Matteo Riboldi all’organo interpreta anche un preludio di Bruhns.
Daniela Zacconi - VIVIMILANO – Mercoledì 24 maggio 2017


Concerto per l’Ecumene Oscar Day

Venerdì 22 gennaio per il terzo appuntamento della stagione concertistica del Teatro Oscar di Milano è in programma il “Concerto per Ecumene Oscar Day”. Ne sono protagonisti il Coro e l’Orchestra “Mailänder Kantorei” della Chiesa Cristiana Protestante in Milano diretti da Luca Dellacasa e con Franz Silvestri all’organo. In programma pagine di Bach, Telemann e Pachelbel.
Daniela Zacconi - VIVIMILANO – Mercoledì 20 gennaio 2016

Concerto Natalizio

Diretti da Luca Dellacasa l’Ensemble strumentale e il Coro della Mailaender Kantorei propongono domenica 13 dicembre presso la Chiesa Cristiana Protestante un concerto con musiche di Bach (Cantata BWV 62 “Nun komm der Heiden Heiland” per solisti, coro e orchestra; Cantata BWV 133 “Ich freue mich in dir” per solisti, coro e orchestra), Vivaldi (Concerto in la min. per oboe, archi e b.c. RV 462). Solisti il soprano Elisa Franzetti, il mezzosoprano Elena Biscuola, il tenore Paolo Borgonovo e il basso Marco Radaelli.
Daniela Zacconi – VIVIMILANO – Mercoledì 9 dicembre 2015

La Mailänder Kantorei e la spiritualità di Bach

Proseguono gli appuntamenti della Mailänder Kantorei con l’integrale dello “Schemellis Gesangebuch“ di Bach. Venerdì 17 luglio alla Chiesa Cristiana Protestante, la Mailänder Kantorei guidata dal suo direttore Luca Dellacasa (anche tenore solista) e con Franz Silvestri al clavicembalo propone le Suite Francesi BWV 812, 813, 814, 815, 816, 817; “Schemellis Gesangbuch“: “Brunquell aller Güter“; “Gott wie groß ist deine Güte“, Cantata BWV 74: “Kommt, eilet, stimmet Sait und Lieder“, “Kein Menschenkind hier auf der Erd“; Cantata BWV 108: “Dein Geist, den Gott vomìn Himmel gibt“; Cantata BWV 59: “Komm, Heiliger Geist, Herre Gott“.
VIVIMILANO – Mercoledì 15 luglio 2015

La Mailänder Kantorei nel segno di Bach

Venerdì 19 giugno presso la Chiesa Cristiana Protestante la Mailänder Kantorei diretta da Luca Dellacasa (anche tenore solista) e accompagnata al claviorgano da Franz Silvestri propone una serata nel segno di Bach. In programma “Schemellis Gesangbuch“: “Kommt, Seelen, dieser Tag“, Cantata “Wie schön leuchtet der Morgenstern“ BWV 1: “Die güldne Sonne, voll Freude und Wonne“, “Wie bin ich doch so herzlich froh“, “Unser Mund und Ton und Saiten“ aria per tenore e le Suite per cembalo BWV 820, 821, 818, 819, 996.
Daniela Zacconi – VIVIMILANO – Mercoledì 17 giugno 2015

Natale alla Chiesa Protestante

Diretto da Ruben Jais alla testa dei complessi (coro guidato da Luca Dellacasa ed ensemble strumentale) della Mailänder Kantorei della Chiesa Cristiana Protestante in Milano, il “Concerto di Natale” 2014 propone un programma che spazia fra pagine di Telemann (“Machet die Tore weit” in do min. per soli, coro e orchestra TWV 1:1074; “Meine Seele erhebt den Herrn” Deutsches Magnificat in sol magg. per soli, coro e orchestra TWV 9:18) e Buxtehude (“In dulci jubilo” in fa magg. per soli e orchestra BuxWV 52). I solisti sono il soprano Denise Araneda, il mezzosoprano Elena Biscuola, il tenore Mirko Guadagnini e il basso Christian Senn.
Daniela Zacconi – VIVIMILANO – Mercoledì 10 dicembre 2014

Il “Concerto di Pasqua” della Mailänder Kantorei

Il “Concerto di Pasqua” della Mailänder Kantorei, il coro della Chiesa Protestante, con l’ensemble strumentale della stessa Kantorei, si tiene a una settimana esatta dalla Pasqua. Diretto da Luca Dellacasa, il concerto vede protagonisti il soprano Elena Biscuola, il tenore Clemens C. Löschmann e il basso Christian Senn. In programma pagine di Bach  (“Es ist euch gut, daß ich hingehe” Cantata 108 per soli, coro e orchestra; “Erfreut euch, ihr Herzen” Cantata BWV 66 per soli, coro e orchestra), Vivaldi (Sinfonia “al Santo Sepolcro” RV 169; Concerto “Madrigalesco” RV 129), Dall’Abaco (Concerto a quattro da chiesa in sol min. op. 2 n.5).
Daniela Zacconi – VIVIMILANO – Mercoledì 23 aprile 2014

Musica in chiesa.

Due concerti a Milano confermano la grande vitalità culturale della città.
Sono a Milano in questi giorni per seguire la meravigliosa Tetralogia di Wagner allestita alla Scala; una domenica libera. Sulle pagine della nostra Cronaca di Milano vedo molto opportunamente annunciati due concerti di quel tipo che i cretini definirebbero «di nicchia»: in realtà, due concerti ciascuno dei quali dimostra come Milano sia una grande capitale culturale; due concerti ciascuno dei quali meriterebbe un «elzeviro» di Terza pagina. Mi scusino organizzatori e interpreti se farò solo un articolo riassuntivo. <…>
Dopo, il flâner pomeridiano per via Manzoni e corso Venezia, due fra le più belle strade del mondo. E alle nove in via De Marchi, presso la Chiesa protestante col suo bellissimo organo. Lì, un concerto ch’è insieme una lezione di musicologia, per com’è organizzato, e di bellezza. Una Missa brevis giovanile di Mozart è inquadrata fra altri brani al fine di ricostruire lo svolgimento di una liturgia a Salisburgo col giovanissimo. E ciascuno dei brani è presentato su di un perfetto programma di sala con la riproduzione persino dell’incipit musicale. Li dò dunque nell’ordine. La Sonata («da chiesa») in Sol maggiore; il Mottetto Inter natos mulierum, dedicato al Santo oggi che scrivo sugli altari, San Giovanni; il Kyrie e il Gloria della Messa in Sol maggiore K. 140; La Sonata in Fa maggiore; il meraviglioso Scande coeli limina K. 34; le altre parti della Messa; e l’Offertorio Alma Dei creatoris K. 277. S’inanellano, questi capolavori, in un’esecuzione piena di vita diretta da Luca Dellacasa; e delizioso è il leggero contrappunto fra la severità protestante del luogo che ci ospita e la cattolica levità, indissolubilmente legata alla profondità, della musica di Mozart. Una piccola vittoria della Controriforma sulla Riforma, mi faceva notare Gianluca Capuano, che ha realizzato con somma eleganza all’organo il basso continuo. <…>
Paolo Isotta – CORRIERE DELLA SERA – Martedì 25 giugno 2013

La «Kantorei» passa a Mozart – Il Mozart della Mailänder Kantorei 

Normalmente dediti al Kantor, il 23 la Mailaender Kantorei e il suo ensemble strumentale si cimentano invece con Mozart diretti da Luca Dellacasa e con un quartetto di solisti formato dal soprano Elisa Franzetti, dal mezzosoprano Elena Biscuola, dal tenore Paolo Borgonovo e dal basso Christian Senn. Il programma comprende la giovanile ma già pregnante “Missa brevis KV 140″ (con il notevole “Et incarnatus” per soprano solo), “Alma Dei creatoris KV 277″ per soprano, contralto, tenore, coro e orchestra, l’offertorio per la festa di San Giovanni “Inter natos mulierum KV 72″ per coro e orchestra e “Scande coeli limina KV 34″ per soprano, coro e orchestra che un Mozart appena decenne scrisse su richiesta dell’Abate del Monastero di Seeon.
Daniela Zacconi – VIVIMILANO – Mercoledì 19 giugno 2013


Concerto di Passione

Fra pochi giorni dirigerà in Auditorium quella “secondo Matteo”, invece con la Mailänder Kantorei, il coro della Chiesa Protestante di Milano e il suo Ensemble strumentale, Ruben Jais ha preparato la “Johannespassion BWV245″ di Johann Sebastian Bach. I solisti sono il soprano Elisa Franzetti, il contralto Elena Biscuola, il tenore Clemens C. Löschmann e il basso Christian Senn affiancati da Luca Dellacasa, Marco Bordini e Marco Calabrese.
Daniela Zacconi – VIVIMILANO – Mercoledì 27 febbraio 2013


Avvento bachiano per la «Kantorei»

Due «dense» Cantate bachiane, ricche di spunti meditativi (anche severi) per l’Avvento, sono proposte domenica nella chiesa protestante dai complessi della «Mailänder Kantorei», coro e orchestra diretti da Ruben Jais. Con le voci soliste di Elisa Franzetti, Elena Biscuola, Clemens Löschmann e Matteo Bellotto, ascoltiamo la Cantata BWV 100 «Was Gott tut, das ist wohlgetan» (Ciò che Dio fa è perfetto) e la BWV 70 «Wachet! Betet! Betet! Wachet!» (Vegliate! Pregate! Pregate! Vegliate!) che invita a guardare «verso il cielo», tra festosi squilli di tromba.
Gian Mario Benzing – VIVIMILANO – Mercoledì 12 Dicembre 2012

Dal Magnificat al Messiah buon coro di Natale a tutti

<…> Ma già nei prossimi giorni non mancano altri concerti natalizi. Domenica alle 20.30 ci sarà la musica di Bach a calamitare gli appassionati in un luogo di forte sapore luterano e nordico come la piccola Chiesa Protestante di via Marco De Marchi. Sotto l’altare, il coro della comunità in lingua tedesca Mailänder Kantorei che si avvale di un apposito ensemble strumentale e si affida alle mani esperte del Direttore Ruben Jais. In programma spunta una caratteristica Cantata dell’Avvento (Nun komm’ der Heiden Heiland), poi le arie «Bewundert, o Menschen, dies grosse Geheimnis» e «Streite, siege, starker Held!» e infine il portentoso affresco del «Magnificat», il tutto con un quintetto di ottimi solisti come Donat Havar, Christian Senn, Elisa Franzetti, Denise Araneda e Elena Biscuola<…>
Luigi Di FronzoLA REPUBBLICA – Sez. MILANO – Giovedì 8 Dicembre 2011

Natale con Bach o con Vivaldi?Festa barocca per la «Mailänder Kantorei» e il coro «Città Studi»

<…> Domenica tocca a Bach. Dalla chiesa protestante di via De Marchi «risponde» la «Mailänder Kantorei», il coro della comunità di lingua tedesca, sostenuto dal proprio ensemble strumentale e diretto da Ruben Jais. In programma, una tipica Cantata dell’ Avvento, «Nun komm’ der Heiden Heiland» (Or vieni, redentore dei pagani) che sul tema del corale, intonato dagli oboi, innesta un potente coro d’ apertura; seguono poi due arie notevoli, quella del tenore «Bewundert, o Menschen, dies grosse Geheimnis» (Ammirate o popoli questo grande mistero) e quella scattante del basso, «Streite, siege, starker Held!» (Lotta, vinci, potente eroe), solisti rispettivamente Donát Havár e Christian Senn. Pezzo forte, infine, il «Magnificat», intessuto di soavità pastorale (i flauti nell’ «Esurientes») e di gloria («Fecit potentiam»), con l’ aggiunta dei solisti Elisa Franzetti, Denise Araneda ed Elena Biscuola.
Gian Mario Benzing – VIVIMILANO – Mercoledì 7 Dicembre 2011

Vieni a cantare anche tu?

<…> ADORO BACH: PER LA SUA MUSICA E PER LA SUA FEDE, PARTI INTEGRANTI DELLA CULTURA TEDESCA Karin Range. Mailänder Kantorei. È il coro della chiesa protestante e della sua comunità, ma è aperto a tutti. Canta musica sacra: specie Bach, la «Johannes-Passion» e molte Cantate (a Natale, quest’anno, il «Magnificat» e la «Cantata» BWV 62), come pure Mozart e Haydn. Direttore: Ruben Jais <…>
Gian Mario Benzing – VIVIMILANO – Mercoledì 26 ottobre 2011


Cantano Bach «per l’eternità»

Per i cattolici, domenica 22 è la festa di Santa Cecilia, patrona della musica: in San Francesco di Paola (via Manzoni), alle 16, la Corale Città Studi celebra la ricorrenza spaziando da Buxtehude a Zelenka. Per i luterani, è invece la «domenica dell’ eternità», l’ Ewigkeitssonntag: durante il culto delle 10, nella Chiesa Protestante di via de Marchi, con una preghiera speciale per i defunti, la «Mailaender Kantorei», diretta da Ruben Jais, e Alessio Corti all’ organo intonano pagine di Bach («Wer nur den lieben Gott lässt walten», «Ach Herr, lass dein lieb’ Engelein»); e, di Schubert, il commovente «Wohin soll ich mich wenden» dalla «Deutsche Messe».
Gian Mario Benzing - VIVIMILANO – Mercoledì 18 Novembre 2009


La Kantorei esulta con Bach – «Osteroratorium» BWV 249

Invece di una Passione, quest’anno, la «Mailänder Kantorei», il coro della comunità luterana di Milano, propone un Bach più festoso e anche più semplice. La Kantorei e il suo Ensemble strumentale, diretti da Ruben Jais, intonano l’«Osteroratorium», l’«Oratorio di Pasqua» BWV 249. Una pagina breve e radiosa: davanti al sepolcro vuoto, Maria Magdalena, Maria Jacobi, Petrus e Johannes si interrogano, esultano, riflettono, si spronano l’un l’altro.Solisti di canto saranno Elisa Franzetti, Elena Biscuola, il soave basso Christian Senn; e l’eccellente tenore Andreas Post, già applauditissimo in una «Johannespassion». Toccherà a lui intonare l’aria più commovente, «Sanfte soll mein Todeskummer»: quella che, sul cullante «flusso» di due flauti a becco, ci dice come, in fondo, tutto il dolore della morte non sia che un breve sonno. Mailaender Kantorei – Dir. Ruben Jais. Solisti: Elisa Franzetti, Elena Biscuola, Andreas Post, Christian Senn.
Gian Mario BenzingVIVIMILANOMercoledì 15 Aprile 2009

Messa Luterana di Bach

Per gli appassionati di Bach i concerti dei Mailänder Kantorei alla Chiesa protestante stanno diventando una tradizione. Oggi Ruben Jais dirige il gruppo sinfonico-corale nella Messa Luterana e nella Cantata «Mein Herze schwimmt im Blut». Ore 20.30, v. De Marchi 9,
CORRIERE DELLA SERA – Domenica 15 Giugno 2008

Bach tra i «suoi»

Oltre la bravura degli esecutori, è una sorta di identificazione a rendere prezioso il concerto di domenica,nella chiesa protestante: la Mailänder Kantorei, il coro dei luterani milanesi, intona una «messa luterana» di Bach. Più «doc» di così…
Gian Mario Benzing – CORRIERE DELLA SERA – Mercoledì 11 Giugno 2008

Cori

Come in una grande festa barocca, l’Avvento ha dato voce ai sommi capolavori di Bach e di Händel che la tradizione assegna a questi giorni. Entrambi eseguiti in San Marco e legati da un sottile parallelismo. Del «Weihnachts-Oratorium» di Bach, lunedì, la «Mailänder Kantorei» diretta da Ruben Jais ha dato una lettura vivacissima, in una serata offerta con merito dal Consolato tedesco. Il coro è amatoriale, ma dà bella prova di correttezza, mentre tra i solisti svetta il baritono, Christian Senn, sempre finissimo e affettuoso, anche nell’ aria «Grosser Herr», che sbagliando altri violentano come una cavatina di furore… <…>
Gian Mario Benzing – CORRIERE DELLA SERA – Giovedì 20 Dicembre 2007


L’Oratorio di Natale con Bach

Nasce dal dotto contrappunto e dal fulgore corale di Bach uno dei capolavori della classica natalizia. Ruben Jais e i Mailänder Kantorei, alla Chiesa Protestante, propongono l’ «Oratorio di Natale» BWV 248, ciclo di sei Cantate composte nel 1734. Via De Marchi 9, ore 20.30.
CORRIERE DELLA SERA – Domenica 16 Dicembre 2007

La Passione di Bach per la Pasqua tedesca

I concerti a tema sacro ispirati alle tre passioni bachianeispirano il programma sinfonico della Chiesa Protestante di Via de Marchi: il «Mailänder Kantorei», il coro della comunità di lingua tedesca di Milano, diretto dal maestro Ruben Jais dell’Orchestra Verdi, eseguirà il capolavoro barocco di Bach «Johannes-Passion».
CORRIERE DELLA SERA – Domenica 11 Marzo 2007

Ruben Jais dirige i Maiänder Kantorei

Ruben Jais, lasciando per una volta l’Auditorium e la Verdi, dirige i Mailänder Kantorei, complesso vocale e strumentale che, fin dal nome in tedesco, indicano il repertorio di loro gusto. Oggi ne danno saggio intonando lo scintillante barocco del Magnificat di Bach. MAILÄNDER KANTOREI, ore 20.30 Chiesa Protestante, v. De Marchi 9.
Enrico Parola – CORRIERE DELLA SERA – Domenica 18 dicembre 2005 


I tedeschi di Milano cantano il loro Bach

Per i tedeschi che vivono a Milano, il «Weihnachtsoratium», l’Oratorio di Natale di Bach, la quintessenza della tradizione natalizia. Musica nazionale, come «Va’ pensiero» per gli italiani. La Mailänder Kantorei, il coro dei tedeschi-milanesi, intona questa sera, per l’appunto una parte dell’ampio capolavoro bachiano (le Cantate I, III e V), con i suoi dolci timbri pastorali e il giubilo delle sue pagine più sontuose. Ruben Jais dirige insieme il Vokalkreis di Reinbeck e l’Orchestra giovanile di Minden. Solisti di canto: Sara Eterno, Manuela Mach, Wolfram Wende e Christian Senn.
CORRIERE DELLA SERA – Domenica 9 dicembre 2000